A Castel S. Pietro la nostra Protezione Civile

L’annuale esercitazione dei Volontari della P.C. dell’A.N.A  del 2° Raggruppamento quest’anno si è tenuta a Castel S. Pietro (BO)  nei giorni 8, 9, 10 giugno, ben organizzata anche dalla Sezione Bolognese – Romagnola. L’obiettivo è stato di verificare l’efficienza organizzativa, di addestrare/formare i nuovi aderenti e di intervenire sul territorio con diverse “azioni” inerenti la sua salvaguardia e la prevenzione in caso di calamità. L’ultima esperienza effettuata nel 2017 nel Bergamasco, a Scanzorosciate, dai Volontari del 2° Raggruppamento (Lombardia ed Emilia –Romagna) ha dimostrato l’importanza di tale tipo di esercitazione che riscuote anche la riconoscenza dei cittadini verso i quali si dirige il loro lavoro (ad es. bonifica di alvei di fiumi o torrenti, verifica delle procedure per affrontare le emergenze). Cinque Volontari di Collecchio e di Gaiano si sono messi a disposizione per i tre giorni stabiliti mentre altri si sono portati sul posto giorni prima per alcun operazioni preparatorie.  Il campo base è stato allestito nella periferia di Castel S. Pietro in un’area di La Sezione di Parma era rappresentata da oltre quaranta  Volontari, guidati dal Responsabile Enrico Adorni, sono giunti sul posto con i mezzi in dotazione: la colonna mobile era formata da membri provenienti, da Collecchio – Gaiano , Borgotaro, Calestano, Valmozzola, Sissa – Trecasali, Colorno, Valmozzola, Scipione, Varano Melegari e Fontevivo.circa 10000 mq. Le diverse centinaia di  Volontari hanno dormito nelle tende ed in una palestra attrezzata appositamente. Di seguito menzioniamo alcune attività svolte. I Gruppi di Calestano e di Sala B. hanno garantito l’ottimo servizio di cucina, le varie colonne mobili (quella di Collecchio – Gaiano era la n°3) hanno operato sul territorio in base ad obiettivi stabiliti; i cinque del nostro nucleo, insieme ad altri della Sezione di Brescia, hanno operato in Val Quaderna per verificare la situazione logistica in caso di emergenza (es. presenza di scuole, case di riposo, luoghi da adibire a “punto di raccolta”, ecc.). A seguito del sopraluogo è stato determinato il “punto di raccolta” dove è stato apposto il cartello a norma. I Volontari hanno quindi montato una tenda in area individuata e successivamente l’anno smontata (in 14 minuti) effettuando un’utile simulazione. Al rientro, nel tardo pomeriggio, è stata celebrata la S. Messa nel campo base; al termine è stata letta la “Preghiera dell’Alpino” e tutti hanno cantato “Signore delle cime”. La domenica, ultimo giorno; come sempre si è aperta con l’Alzabandiera alle ore 8,00; quindi ha avuto luogo la sfilata di Volontari e di mezzi per le vie di Castel S. Pietro, con la Banda cittadina che si è conclusa con i discorsi delle Autorità presenti, fra cui il Sindaco Fausto Tinti ed il Presidente della Sezione Bolognese – romagnola Vittorio Costa. Un’ovazione della piazza è stata rivolta al Responsabile della P.C. dell’A.N.A. in Regione Emilia – Romagna l’Alpino Diego Gottarelli; stessa sorte è toccata ad Enrico Adorni, della Sezione di Parma, allorchè ha ritirato il riconoscimento per il suo gruppo di Volontari. Dopo il rancio  del mezzogiorno si è provveduto allo smontaggio ed imballaggio delle tende del campo base. Il lavoro è continuato la settimana successiva a cura di altri Volontari  che hanno provveduto ad ultimare la smobilitazione di tutte le attrezzature che sono state poi trasferite a Bologna negli appositi ricoveri. L’esperienza è stata ancora una volta alquanto positiva; il prossimo impegno di tale importanza sarà a Mariano Comense (CO) in occasione del Raduno dell’A.N.A. del 2° Raggruppamento del 20 e 21 ottobre 2018.

Lo stemma del Comune di Castel S. Pietro

La pianta del campo base nell’ufficio segreteria del campo stesso

Volontari al lavoro per montare il grande capannone destinato a mensa (effettuato giorni prima)

Sistemazione brande in palestra

I Volontari della Sezione di Parma

Enrico Adorni dà disposizioni ad alcuni Volontari in merito al loro intervento

Si trasportano le tende per essere montate nel campo base

L’Alpino. Volontario Ficarelli addestra sul montaggio delle tende

Si montano le tende

A. Di Cintio e M. Asti impegnati nel montaggio di tenda

Si è a buon punto !

Una parte delle tende montate

Le tende da altra angolazione

Croce Rossa Italiana con postazione radio

Alcuni dei mezzi a disposizione

Alzabandiera alle h 8,00 nel campo base oramai operativo

Disboscamento per operazione antincendio

Prelievo acqua scopo antincendio

Uso idrante antincendio

L’intervento prosegue

Individuazione punto di raccolta in un sobborgo della Val Quaderna

La tenda montata in Val Quaderna a scopo simulativo d’emergenza

Smontaggio tenda

I Volontari che hanno operato in Val Quaderna

Alcuni addetti all’impegno della cucina e della distribuzione pasti ai Volontari

Rancio al campo

Incontri fra amici

S. Messa al campo del sabato sera

La Banda attende di sfilare

La “pattuglia” di Volontari di P.C. dell’A.N.C.

Inizia la sfilata dal campo base verso il centro di Castel S. Pietro

La testa del corteo con i Carabinieri della P.C.

I tanti Alpini volontari di P.C. presenti

Si sfila ne centro della città

Saluto del Presidente della Sezione Bolognese – Romagnola al termine della sfilata

Onori al Vessillo dell’A.N.A. nazionale in piazza a Castel S. Pietro

Autorità e vessillo della Sezione Bolognese – Romagnola in piazza a Castel S. Pietro

Smontaggio tende del campo la domenica

I nostri Volontari presenti: F. Montanari, A, Di Cintio, M. Donelli. T. Ramenzoni, M.. Asti

Meritato riposo all’ombra !!!