Nuova Convenzione sulla Protezione Civile e Volontariato in genere Comune/Alpini

Si è tenuta nella sede del Gruppo Alpini di Collecchio una riunione riguardante la nuova Convenzione fra l’Amministrazione Comunale di Collecchio e i Volontari dei Gruppi di Collecchio e di Gaiano. che operano nella Protezione Civile – Volontariato in genere, Il  Capogruppo Claudio Magnani ha aperto la riunione dando il benvenuto a tutti e presentando l’argomento della serata ed il Vice Sindaco G. Carlo Dodi che ha sempre seguito in prima persona l’evoluzione della situazione.

Carlo Dodi ha illustrato brevemente le modifiche che sono avvenute in questi ultimi mesi in merito alle attività di Protezione Civile e di Volontariato a livello Governativo ed anche Regionale; queste interessano in specificatamente soprattutto l’apporto del Volontariato. In ogni caso la Giunta  Comunale di Collecchio ha approvato con atto n° 97 del 31.7.2018 la Convenzione fra il Comune di Collecchio ed i Gruppi Alpini di Collecchio e Gaiano per il servizio di collaborazione da parte di Volontari in occasione di emergenze o per organizzazione operativa e di gestione di eventi culturali, sportivi, turistici ed ambientali per l’anno 2018 – 2019. Ha fatto osservare che la Convenzione approvata ricalca quelle degli anni precedenti, firmate dai Presidenti sezionali dell’A.N.A. di Parma M. Azzi e R. Cacialli; questa Convenzione è stata invece firmata dai due Capigruppo di Collecchio e di Gaiano C. Magnani e A. Amadasi. Ha ribadito lo spirito di collaborazione esistente fra l’Amministrazione Comunale e gli Alpini del territorio ed, a riguardo, la Convenzione è in sintonia con questa sinergia che si è concretizzata negli anni. La Convenzione regola attività di Volontariato che non rientrano in quelle attivate dal C.O.C., cioè in particolari situazioni di emergenza di Protezione Civile.

Alcune note in merito alla Convenzione:

  • Gli Alpini sono dotati di spiccato senso del dovere, di altruismo, di generosità, di solidarietà e di spirito di collaborazione che vengono messi a disposizione delle comunità locali;
  • La Convenzione intende implementare l’attività di monitoraggio del territorio e di supporto e di collaborazione nel caso di eventi culturali, sportivi….ecc., organizzati/patrocinati dal Comune
  • I “pericoli” da rischio idraulico da affrontare sono evidenziati nel Piano Comunale di P.
  • Il protocollo degli interventi riguarda:
  1. Il monitoraggio di strade e siti che possono essere soggetti ad allagamenti (come da tabella già in uso)
  2. La collaborazione per svolgere esercitazioni (es. evacuazione Istituti Scolastici)
  3. La collaborazione con il Comune per la prevenzione degli incendi negli spettacoli tenuti all’aperto
  4. Il controllo annuale dei manufatti regolatori e dei sistemi di sicurezza degli invasi irrigui situati nei Boschi di Carrega e sulle colline (previa autorizzazione per le ispezioni)
  5. L’organizzazione di almeno una esercitazione in accordo con l’AMM. Comun. In relazione al P.C. di P.C.
  6. La collaborazione all’organizzazione operativa ed alla gestione di eventi culturali, sportivi…. In relazione alla modifica della viabilità, alla sorveglianza ed all’assistenza logistica *.

*Es. apposizione segnali di modifica viabilità, sorveglianza chiusure traffico….

  • L’erogazione di un contributo annuo di Euro 4.000 a seguito della presentazione di rendicontazione sulle attività effettuate (voce “trasferimenti iniziative culturali”) da parte dell’Amm. Comunale
  • La comunicazione annuale al Comune del nome del Responsabile della Squadra di Volontari, il numero di essi di volta in volta utilizzati; il Comune indicherà a sua volta il nominativo del proprio responsabile a cui riferirsi. L’impegno deve essere continuo come concordato e se interrotto ne deve essere data comunicazione. I Volontari devono essere in possesso delle istruzioni di base necessarie allo svolgimento delle attività previste
  • In caso di necessità i Volontari potranno essere autorizzati ad utilizzare mezzi e materiali del Comune per affrontare gli interventi
  • I Gruppi Alpini garantiscono che i Volontari siano coperti da assicurazione con spese inserite nelle risorse finanziarie stanziate dal Comune annualmente.
  • L’accordo è valido fino al 31.12.2019 e può essere rinnovato, con possibilità di risoluzione da parte di ambedue i Soggetti coinvolti.

E’ seguita ampia discussione con vari interventi: fra questi:

  • Asti ha voluto precisare che la gestione economica da parte della P.C. A.N.A. di Collecchio – Gaiano negli anni scorsi è stata sempre trasparente e puntualmente documentata da rendiconti e relazioni consegnati alla Sezione A.N.A. di Parma (alla quale erano destinati i fondi) ed al Comune di Collecchio.
  • Magnani fa presente che la P.C. dei Gruppi Alpini avrà un suo fondo inserito nei bilanci dei Gruppi di Collecchio e di Gaiano a cui attingere per le spese (documentate) da sostenere o sostenute
  • Donelli rileva che finalmente si è giunti alla definizione della situazione riguardante la P.C. per potere fare fronte alle esigenze del territorio come è nello spirito dell’A.N.A.; inoltre chiede che siano resi disponibili indumenti per effettuare in modo corretto i servizi richiesti dalla Convenzione (es. giubbini con scritta/logo)

Infine il Vicesindaco G. Carlo Dodi ha informato che avranno luogo due serata formative per i Volontari a cura del Dott. R. Borsi presso l’Assistenza Volontaria.

Servizio durante un evento a Collecchio

Volontari abilitati anticendio operativi

Esercitazione di Volontari dell’A.N.A. Istruzioni da parte del Responsabile sezionale Enrico Adorni

Volontari alpini al lavoro a Montegallo (MC) per terremoto nell’Italia centrale

Allestimento di una tendopoli

Per l’alluvione a Colorno nel 2017

Pulizia preventiva alvei torrenti

Intervento a Gaiano nel 2011 per allagamento paese

Il famoso disegno realizzato in occasione del terremoto del Friuli del 1976