Protezione Civile

LA PROTEZIONE CIVILE DEGLI ALPINI NEL COMUNE DI COLLECCHIO

Proponiamo alcune note storiche e fotografie in ordine cronologico degli avvenimenti di maggiore interesse.

LOGO PC ANA

chignoli-con-campagnola-1983

Nel 1983 E. Chignoli (Capogruppo di Collecchio) è uno dei primi Volontari della P.C. locale; egli mette a disposizione la sua “Campagnola” per questo servizio. Sono con lui gli Alpini G. Delsante e R. Carnoli; l’altro Volontario M. Donelli ha scattato la foto.

Volontari a L'Aquila per il terremoto (2009)

Alcuni dei Volontari intervenuti a L’Aquila a seguito del terremoto che ha sconvolto la città e le zone limitrofe

PC foto festa del 28 maggio

Una rappresentanza della P.C. degli Alpini ad un Raduno a Collecchio

Monit 23.3.2016 ed pubblici

Controlli durante le visite periodiche alle strutture scolastiche del territorio, come da Convenzione con l’Amministrazione Comunale

PC - premiazione volont per Val di Vara in Comune

Il Sindaco Paolo Bianchi consegna nella sala consigliare di Collecchio benemerenza ai volontari intervenuti in Val di Vara per esondazione dell’omonimo fiume.

evac-2016-ritrovamento-persone

Simulazione di ritrovamento persona scomparsa nell’ambito della prova di evacuazione dei plessi scolastici

a

evac-2016-appello-alunni

Un docente fa l’appello degli alunni dopo la simulazione di evacuazione Scuola media di Collecchio

gazebo-gen-2016-d

Informazione nei confronti dei cittadini (nell’ambito del progetto “Insieme”)

corso-radio-2016-2

Aggiornamento dei Volontari; nella foto sulle comunicazioni tramite radio. E’ un costante impegno a cui sono chiamati i Volontari.

carpentieri

Intervento a Montegallo (AP) – 2016 – per la costruzione di un villaggio polifunzionale a seguito del terremoto dell’agosto 2016; è stato svolto nell’ambito dell’organizzazione intrapresa dall’ANA RER

si-dorme-in-tenda

Volontari in tenda nel campo base di Balzo, frazione di Montegallo.

Volontari presenti alla Festa della Polizia Locale dell’Unione Pedemontana a Giarola (con un componenti dei VV.F d Parma)

Rappresentanza alla S. Messa al campo del Gruppo Alpini di Collecchio (aprile 2017)

Il fuoristrada Free Lander 4×4 dato in uso ai Volontari della PC ANA di Collecchio – Gaiano dal Comune di Collecchio e dall’Unione Pedemontana

Volontari e l’Assessore G. C. Dodi vicino al nuovo 4×4 inaugurato nel corso del raduno del Gruppo di Collecchio del 7 maggio 2017

Esercitazione sezionale a Borgotaro con ripristino sentiero (2017)

2° Raggruppamento – Esercitazione nel Bergamasco di tre giorni (2017)

Incontro col Vescovo di Parma a Collecchio (2017)

Nell’Amministrazione Comunale di Collecchio i Sindaci e gli Assessori competenti succedutisi negli anni si sono sempre dimostrati sensibili verso questa nuova politica di maggiore “efficacia” ed “efficienza” della Protezione Civile. L’Associazione Nazionale Alpini, dal canto suo, dà impulso alla Protezione Civile con il Presidente Franco Bertagnolli; a livello locale, nel Parmense e nella Regione, notevole è l’apporto dell’Alpino medesanese Roberto Formaggioni. In Collecchio è necessario reperire una sede idonea ad ospitare il nucleo di Protezione Civile e parte delle sue attrezzature. A tale proposito nel 1985 il Gruppo Alpini di Collecchio, guidato da Pierino Pazzoni, riesce ad ottenere dal comune terremotato friulano di Buja (UD) un prefabbricato in ottimo stato di circa 100 mq, in legno e con struttura portante in acciaio. Prima del Natale 1985 il prefabbricato viene smontato e trasportato in paese. Nel luglio 1986 iniziano i lavori per il suo rimontaggio su area pubblica; la costruzione viene ultimata nel novembre dello stesso anno. La struttura è così disponibile per gli Alpini del Gruppo, per le loro attività associative, e per i volontari della Protezione Civile in base ad una “convenzione”  sottoscritta dal nuovo Sindaco Walter Civetta e dal Capogruppo di Collecchio Giovanni Pesci, succeduto a Pierino Pazzoni, “andato avanti” pochi mesi prima.

I Volontari iniziano attività di formazione/addestramento ed anche specifiche di prevenzione o di soccorso; un momento formativo degli alunni e del personale scolastico su come affrontare le emergenze è assolutamente fondamentale, come pure, in contemporanea, la verifica degli standard di sicurezza presenti negli edifici per segnalare eventuali anomalie all’Ufficio comunale competente. Si susseguono così periodiche prove di evacuazione, sempre realizzate in collaborazione con altre Realtà del Volontariato (es. Assistenza Volontaria, cinofili)  e coordinate dall’Amministrazione Comunale.

Il terremoto dell’Umbria del 1997 vede i volontari della Protezione dell’A.N.A. di Collecchio e di Gaiano intervenire soprattutto nei paesi di Belfiore e di Colfiorito (PG) nell’ottobre di quell’anno, riscuotendo la gratitudine delle popolazioni locali.

Alcuni dei volontari della Protezione Civile degli Alpini di Collecchio e di Gaiano sono anche disponibili, secondo turni predisposti a livello provinciale, nel periodo estivo, per servizi riguardanti gli incendi boschivi. Sempre nel periodo estivo i volontari sono a disposizione per andare incontro ad emergenze per anziani causate dalle alte temperature, su segnalazione degli Uffici competenti.

Degno di segnalazione è l’impegno per portare aiuto ai terremotati dell’Abruzzo, evento tellurico del 6 aprile del 2009 che ha interessato  la città di L’Aquila e le aree circostanti. I Volontari sono operativi dal 13 aprile.

Puntuale è anche la partecipazione alle esercitazioni nazionali proposte dall’A.N.A. per il 2° Raggruppamento (volontari alpini di Lombardia ed Emilia – Romagna) effettuate una volta all’anno in diverse località (es. Morbegno, Como, Vetto d’Enza, Finale Emilia).

Dal 2010 la Protezione Civile ha una sede più funzionale nei locali del “Castello del Volontariato”, in via Rosselli a Collecchio, dove è installato il C.O.M. sovracomunale (che serve cioè anche gli altri Comuni della zona pedemontana) con sala attrezzata di PC, telefoni, radio con frequenze dedicate, fotocopiatrice.

Da qualche anno le varie operazioni di Protezione Civile gestite dai volontari alpini a livello locale sono regolamentate da una apposita “convenzione” stipulata fra l’Amministrazione Comunale e l’A.N.A. della Sezione di Parma.

Nel giugno 2011 un violentissimo nubifragio colpisce  la frazione di Gaiano e le zone limitrofe; i volontari sono ancora in campo.. L’anno 2011 termina  purtroppo con un’altra emergenza nel paese di Borghetto Vara (SP); sette volontari, in due turni, intervengono a causa dell’esondazione del fiume che attraversa il paese e di varie frane.

Un terremoto, che colpisce prevalentemente il Modenese, determina una ulteriore serie di interventi, soprattutto a Finale Emilia; in questa località il campo d’accoglienza (denominato “Robinson”) è già attivo dopo poche ore dal sisma. I volontari di Collecchio e di Gaiano devolvono 1.000 Euro per l’acquisto di diversi frigoriferi per gli sfollati di Finale Emilia. Il campo resta attivo sei mesi e viene smobilitato alla fine di ottobre del 2012.

Nell’autunno 2014 i Volontari intervengono nel territorio comunale per esondazione del torrente Baganza e del canale Manubiola; si portano anche nella città di Parma perché ha alcuni quartieri allagati.

Il torrente Nure, nel Piacentino, esonda nel settembre 2015 causando gravissimi danni e tre morti. I volontari dei Gruppi di Collecchio e Gaiano intervengono prontamente a Farini.

Degno di nota è l’intervento effettuato nel territorio di montagna del comune marchigiano di Montegallo, situato alle pendici del monte Vettore, colpito dal fortissimo terremoto dell’agosto 2016; anche il Nucleo di PC degli Alpini di Collecchio e di Gaiano risponde alla chiamata dell’A.N.A. RER e si adopera per edificare un villaggio costituito da moduli metallici destinato ad ospitare gli uffici comunali, la Scuola, la chiesa ed altri servizi per la popolazione. Nelle settimane successive, fino a Natale 2016, i Volontari sono impegnati nel paese marchigiano di Caldarola in interventi analoghi a quelli effettuati a Montegallo; inoltre provvedono al recupero, alla sanificazione ed allo stoccaggio delle tende utlizzate nelle zone terremotate, lavoro effettuato presso il centro regionale della P.C. di Bologna.

I volontari sono ovviamente spesso presenti con una rappresentanza della Protezione Civile dell’A.N.A.  in occasione di Adunate di Gruppi, di Sezioni e, soprattutto, a quella nazionale.

Domenica 7 maggio 2017 è stato inaugurato (e benedetto) il nuovo mezzo 4 x 4 Free Lander dato in comodato d’uso dal Comune di Collecchio e dall’Unione Pedemontana al Nucleo di PC ANA di Collecchio e di Gaiano per gli interventi correnti e d’emergenza (come da convenzione).

I Volontari AIB (abilitati all’antincendio) nel periodo estivo del 2017, particolarmente caldo e siccitoso, sono stati chiamati ad intervenire lungo la massicciata ferroviaria Fornovo – Fidenza (di notte); hanno inoltre prestato una settima di servizio in provincia di Lecce per un servizio antincendio come da convenzione fra le due Regioni.

Per la Sacra “della Croce” a Collecchio parecchi Volontari hanno hanno presidiato i varchi previsti per l’accesso al Capoluogo, come da convenzione con l’Unione Pedemontana. Tale convenzione ha subito nel 2018 una modifica con Atto del Comune di Collecchio; la convenzione è stata firmata dai due Capigruppo di Collecchio e di Gaiano e regolamenta in modo specifico  le attività dei Volontari riguardanti il territorio comunale.

Organico attuale (Volontari dei Gruppi Alpini di Collecchio e di Gaiano): Matteo Galli, Filippo Fornari, Maurizio Donelli, Amedeo Frattini, Jacopo Maestri, Giorgio Barezzi,  Antonio Amadasi, Mario Asti, Valerio Levati, Andrea Di Cintio, Claudio Montanari, Fabrizio Montanari,  Luca Gira e Tiziana Marenzoni. Fabrizio Fontana, Roberta Belli.

Il Nucleo ha come referente G. Luca Gatti reperibile (24h/24) sul cell. 320 4011445 

 

Luoghi di ritrovo della popolazione sul territorio in caso di emergenze

Il “Progetto insieme” attuato nel 2016 aveva, fra laltro, l’obiettivo di coinvolgere i cittadini nella definizione del Piano di Protezione Civile; l’attività realizzata ha portato alla presentazione dei vari Piani di P.C. per i singoli Comuni del territorio dell’Unione pedemontana, fra cui Collecchio. Sono stati previsti, aspetto molto importante, i luoghi su tutto il territorio collecchiese nei quali fare confluire la popolazione in caso che scattino emergenze (es. terremoti, inondazioni, ecc.). Nella tabella a fianco sono elencati i punti di concentramento previsti dal Piano comunale di Protezione Civile. In questi luoghi, segnalati da apposito cartello (foto sotto), in caso di emergenza, i cittadini riceveranno informazioni e i primi interventi d’aiuto da parte degli addetti, fra cui i Volontari.

 

Località

Collecchio

 

Gaiano

 

Ozzano T.

S. Martino S.

Madregolo

Lemignano

Pontescodogna

 

Ubicazione

P.za Repubblica, parco v.le Saragat, parcheggio Circolo “Il Cervo”, L go Alpini – via 8 marzo

Parcheggio campo calcio in via Libertà

 

Parcheggio del cimitero

Parcheggio del campo sportivo

P.za Don G. Zilioli

Via Costa

Area del monumento ai Caduti brasiliani

Il cartello posto nel luogo di ritrovo della popolazione in caso di emergenza

img368

Il “Castello del Volontariato” in via Rosselli a Collecchio, nuova sede della P.C. dell’A.N.A.

TESTO STORIA PROTEZIONE CIVILE DEGLI ALPINI DI COLLECCHIO E DI GAIANO

PC TESTO STORIA PROTEZIONE CIVILEimg308

Lo si può richiedere telefonando a M Donelli – cell. 333 8130255

Evacuazione scuole a fumetti : opuscolo sintetico messo a disposizione di personale scolastico e di alunni per una corretta evacuazione delle strutture. E’ stato prodotto “in proprio”.

FOTO DI ALCUNI EVENTI RECENTI

Alzabandiera nel campo di lavoro di Montegallo (AP), sotto il monte Vettore – terremoto dell’Italia centrale del 2016

Di sera di socializza con la popolazione nel campo di Balzo dove sono i ricoveri

Macchine operatrici per preparare il sito

Armatura delle piazzole nel sito individuato per piazzare i moduli del villaggio polifunzionale di Montegallo

Arriva il calcestruzzo per le piattaforme

Arrivano i moduli e vengono posizionati

Installazione ed allacciamento dei moduli (scuola, uff. comunali, posto medico e farmacia, polizia forestale

Staccionata per le scuole

 

Il villaggio polifunzionale è ultimato ed inaugurato il 24 sett. 2016 dopo un mese dal sisma.

 

I volontari di Collecchio e Calestano hanno finito il 2° turno a Montegallo e ritornano a casa; sotto s’intravvede il villaggio

L’aiuto si è spostato al paese di Caldarola da Montegallo, evacuato per una ulteriore forte scossa (foto nella scuola)

Sgombero edifici

Volontari di Parma e di Piacenza a Caldarola (AP)

Pulizia e sanificazione delle tende per essere ricoverate in Regione Emilia Romagna (dic. 2016) dopo il loro uso per i terremotati

Prosegue il recupero del materiale

Raduno del Gruppo di Collecchio del 7 maggio 2017 – ll Respons. della PC ANA sezionale Adorni Enrico guida i Volontari presenti

Benedizione del nuovo fuoristrada da parte di Don Paolo

L’Assessore comunale G. C. Dodi ed i Volontari della PC davanti al nuovo mezzo 4 x 4 inaugurato

Il fuoristrada ora in dotazione

Al lavoro a Borgotaro per ripristino sentiero (Adunata sezionale 2017)

Il Volontario Alpino F. Montanari disbosca

Servizio alla Festa Multiculturale 2017 di Collecchio

Agosto 2017 – servizio antincendio in provincia di Lecce- Nella fotp F. Montanari e M. Merusi (di Calestano)

La vegetazione che brucia nelle Leccese e l’opera dei soccorritori

La devastazione prodotta dalle fiamme

Presidio dei “varchi” del Capoluogo per la Sagra della “Croce” a Collecchio.

Esercitazione 2017 del 2° Rgp (Lombardia ed Emilia – Romagna) nel Bergamasco – 3 gg di intenso impegno

Pulizia di alvei di torrenti nel Bergamasco

Il manifesto ufficiale dell’esercitazione

Servizio logistico per il Raduno del 2° Raggruppamento a Salsomggiore T. (ott. 2017)

Volontari di Collecchio insieme agli altri della Sezione di Parma a Trento per la 91^ Adunata nazionale (maggio 2018)

Esercitazione del 2° Rgp a Castel S. Pietro 2018; E. Adorni dà le disposizioni prima di un intervento formativo

Esercitazione antincendio a Giarola (con uso anche di elicottero) – 2018 – presente Filippo Fornari

Corso di formazione per Volontari (in base alle nuove norme nazionali) per affrontare situazioni di emergenza in caso di grandi assembramenti di persone (sett 2018)

Servizio in occasione della Sagra della “Croce” 2018 a Collecchio; non sono evidenti loghi della P.C. – come da nuova convenzione

Al 2° Raggruppamento a Mariano Comense nell’ottobre 2018

Nuovo Coordinatore nazionale della P.C. dell’A.N.A.

L’Associazione Nazionale Alpini ha nominato il nuovo Coordinatore Nazionale della sua Protezione Civile; è l’Alpino della Valsusa Gianni Gontero che ha già operato in Piemonte, Liguria e Val d’Aosta. Sostituisce Bonaldi che ha dato ottima prova di sé in diversi anni di impegno e che ha sempre goduto di grande considerazione da parte dei volontari dell’A.N.A. A Bonaldi un sincero ringraziamento ed a Gontero auguri di buon lavoro !!

Gianni Gontero