Ricordata la Liberazione nel 75° anniversario

Anche se penalizzato organizzativamente dalle norme anti Coronavirus il popolo italiano ha ricordato il giorno della Liberazione in vari modi. Il Presidente  della Repubblica Sergio Mattarella ha portato l’omaggio della Nazione, in forma quasi privata, ricordando i Caduti visitando l’Altare della Patria a Roma. Da solo e indossando una mascherina egli ha salito la scalinata e ha reso onore al Milite ignoto. In cima ha trovato due Corazzieri che hanno deposto una corona al sacello del Milite ignoto. Un trombettiere dei Carabinieri ha suonato il “silenzio”. Quest’anno Mattarella nel suo messaggio per la Festa della Liberazione ha ringraziato chi è impegnato in prima linea a combattere il virus. Anche a Parma, Medaglia d’oro per la Resistenza, si è tenuta una celebrazione semplice, ma molto significativa. Essa ha visto il Sindaco, Federico Pizzarotti, ed il Presidente del Consiglio comunale, Alessandro Tassi Carboni, fare tappa al cimitero monumentale della Villetta, per un momento di commemorazione; la mattinata è proseguita, poi con la posa della corone d’alloro al monumento al Partigiano  (foto a ds) di  piazza  della Pace e  poi al monumento ai Caduti di Tutte le Guerre in via Melloni, alla presenza del Presidente della  Provincia Diego Rossi, dell’Assessore regionale Barbara Lori e di Aldo Montermini in rappresentante delle Associazioni Partigiane. Collecchio, come sempre, ha voluto ricordare la Liberazione del paese che avvenne il 29 aprile con la resa dei nazifascisti alle truppe del Brasile in località Pontescodogna. Nel suo intervento presso il monumento a Caduti per la Liberazione il Sindaco Maristella Galli ha citato una frase di Aldo Moro che egli pronunciò al termine della seconda guerra mondiale: ”Ora dobbiamo percorrere una lunga e difficile strada: dobbiamo appunto ricostruire. Cominciamo di qui. Rimettiamoci tutti a fare con semplicità il nostro dovere, senza nulla perdere dei valori che in ogni opera fatta dagli uomini e per gli uomini si ritrovano, così possiamo servire veramente la Patria che soffre”. Il Gruppo di Collecchio è stato rappresentato dal Consigliere Fabrizio Zinelli con gagliardetto. In collegamento video si è tenuto il saluto del Comandante Franco Santos, della Rappresentanza militare dell’Ambasciata brasiliana in Italia, per ricordare l’apporto fondamentale della Força Expedicionaria Brasileira (FEB) durante la campagna d’Italia nella seconda guerra mondiale.

Mattarella a Roma

Pizzarotti a Parma

Il Sindaco a Collecchio

Videoconferenza di Franco Carlos del Brasile

F. Zinelli con il gagliardetto del Gruppo