Un utile esercitazione di P.C.

Decine di cantieri, dall’Agordino al Comelico, passando per il Cadore hanno impegnato mille tra Alpini dell’A.N.A. e Volontari della Protezione Civile nel lavoro di pulitura dei boschi (vedi foto in evidenza dopo il fortissimo e distruttivo vento), rifare strade, sistemare frane, là dove possono intervenire con i mezzi di cui dispongono; questa opera in attesa di squadre specializzate che attrezzate di chiatte per la navigazione nei fiumi e nei laghi. La Regione Veneto ha organizzato una prova di soccorso, concentrata nei Comuni maggiormente colpiti, tra cui diversi territori del Bellunese ed in maniera particolare dell’Agordino. Le finalità delle prove erano; ripristinare e ripulire diverse zone danneggiate, adottando un approccio ecocompatibile ed intervenire per evitare gli effetti legati al dissesto del suolo. Nei boschi operano da mesi le Imprese forestali, anche straniere, attrezzate di tutto punto. La società Veneto Strade è al lavoro con altre Ditte specializzate sulle frane più pericolose. L’altra società, Veneto Acque, con i Consorzi di bonifica, sta bonificando corsi d’acqua e laghi Ma ci sono una serie di micro attività dove il Volontariato è il più adatto come il ripristino dei sentieri di montagna, per prepararli alla nuova stagione. Il territorio colpito è stato suddiviso in cinque aree di attività, ciascuna afferente a più Amministrazioni, il cui coordinamento è stato dato in gestione ai Coordinamenti provinciali della Protezione Civile delle sette province del Veneto e, nel caso dell’Agordino, all’Associazione Nazionale Alpini. Per ogni area è stato allestito un Centro di ammassamento con funzioni logistiche e di conduzione delle attività, oltre che di vitto e di alloggio per i Volontari, che per l’Agordino è stato dislocato a Caprile. E’ stata un’occasione importante per svolgere anche attività di addestramento del personale di Protezione Civile impegnato in ambito di territorio boschivo. L’esercitazione si è protratta per tutto il mese di giugno a Scuole ultimate. Fra i Volontari dell’A.N.A. che hanno operato due sono di Collecchio – Gaiano: Fabrizio Fontana e Roberta Belli.

Alcuni Volontari dell’ANA

Roberta e Fabrizio

Il campo base

Esercitazione in acqua

Meritato riposo